10 cose positive del vivere in montagna
     

Dall’assenza di stress da caos al contatto con la natura
Riscoprendo la dimensione umana della vita

IMG-20161001-WA0001-01


Quando fantastichiamo, nei nostri sogni, molto spesso ci vediamo in un altro posto, lontano, esotico o immerso nella natura. Per cambiare totalmente vita non ci serve guardare troppo distante ma solo un po’ più in là. Senza stravolgere completamente la nostra esistenza, le abitudini, anche quelle vincolanti come il lavoro, è possibile abitare in montagna dove i ritmi sono molto più lenti e quando si rientra la sera possiamo in un attimo neutralizzare lo stress accoccolandoci in casa e ammirando il paesaggio che ci circonda.
Sono molti i vantaggi del vivere in montagna, alcuni li abbiamo riassunti in dieci punti:

 

1. Minor inquinamento
Uno dei fattori maggiormente positivi della montagna è quello di vivere in un ambiente quasi incontaminato con livelli di inquinamento se non inesistenti comunque molto al di sotto della soglia dei centri urbani.

 

2. Il paesaggio
La bellezza dei paesaggi variegati, che spazia dalle cime frastagliate ai laghi, acque e torrenti, dalle valli alle radure tra i boschi, regala tranquillità all’animo soprattutto durante i cambi di stagione quando l’ambiente si trasforma insieme a noi.

 

3. L’energia
Chi abita in montagna spesso non è consapevole dell’energia che lo circonda quando è indaffarato nelle faccende di tutti i giorni ma basta una passeggiata anche breve nel bosco o in fondovalle per recuperare il senso dell’appartenenza alla natura e respirare una vitalità che si percepirà anche nei giorni successivi.

 

4. La maggiore qualità della vita
La vita in montagna potrebbe sembrare molto più dura e impegnativa nel gestire il quotidiano ed effettivamente sotto qualche aspetto lo è. Esistono però dei valori aggiunti che riguardano la sfera sociale, la sicurezza e la possibilità di stringere amicizie durature fin dall’infanzia.

 

5. No stress
Tutto questo andamento più sereno riduce drasticamente l’influenza dello stress sull’organismo che viene assorbito molto più in fretta rispetto a chi abita nei centri urbani.

 

6. Il contatto con la natura
L’uomo è un essere vivente molto legato alla Terra e il contatto con la natura è fondamentale. Quando stiamo negli elementi naturali tendiamo a dire che “ci sentiamo bene”: sotto il sole, accanto a un fuoco, oppure mentre nuotiamo, tutti stimoli del benessere che in montagna sono a portate di mano.

 

7. Il forte senso di comunità e appartenenza
Le comunità di montagna sono più chiuse soprattutto perché hanno sviluppato un forte senso di comunità e di appartenenza che fa sentire sicuri di vivere in luoghi dove non è raro che il senso civico di dare una mano al prossimo sia considerato un precetto da seguire come stile di vita.

 

8. I prodotti naturali a km 0
Si sa che la buona tavola deve essere anche salutare. Molto spesso i prodotti della montagna sono prodotti naturali al 100% che si possono avere, oltre che a prezzi ribassati, anche a km zero. Stiamo parlando di uova, miele, latte, verdure, mais, legumi, patate e molti altri.

 

9. Lo sport
Per stare bene gli esperti consigliano non solo di mangiare sano ma anche di camminare almeno mezz’ora al giorno, meglio se fatto in un ambiente naturale respirando l’aria buona. Oltre alle passeggiate in montagna si possono svolgere un sacco di attività divertenti e altamente performanti come arrampicata, canyoning, nordic walking, sci, scialpinismo, drytooling, slackline, yoga, trekking, mountain bike, corsa.

 

10. L’acqua del rubinetto
Poi infine non dimentichiamo che tra le montagne possiamo bere l’acqua del rubinetto!