Finalità

Tra le disposizioni della Legge Regionale n. 42/1996, istitutiva dell’area protetta, le finalità del Parco naturale delle Dolomiti Friulane si possono riassumere in:

  • conservazione, tutela e ripristino degli ecosistemi
  • promozione sociale ed economica
  • ricerca scientifica
  • didattica educativa e formativa
  • sperimentazione

L’ambito protetto delle Dolomiti Friulane fa parte a pieno titolo della Rete Alpina delle Aree Protette e della Federazione Nazionale dei Parchi Naturali e Aree Protette; figura inoltre nell’ambito della rete dei Parchi Dolomitici, istituita dalla Fondazione UNESCO per il confronto e il coordinamento tra le aree protette di tutte le Dolomiti riconosciute “patrimonio dell’Umanità”. Tali strutture hanno l’obiettivo di divulgare e concretizzare su vasta scala azioni comuni che permettono di perseguire le finalità dei Parchi Naturali, con l’intento di esportarle successivamente a modello anche nei territori non protetti e contribuire così a migliorare la qualità della vita di tutti.

 

L’ente Parco lavora inoltre in stretto contatto con il Parco delle Prealpi Giulie e il Parco Nazionale Sloveno del Triglav al fine di creare una sinergia operativa tra i parchi dell’Arco Alpino Orientale; insieme a queste entità sono stati avviati alcuni progetti transfrontalieri con l’obiettivo di dare uniformità alla ricerca scientifica, alla gestione della sentieristica ed alla fruizione turistica.