I rapaci ricoverati

 

I rapaci diurni e notturni che arrivano al Centro recupero di Andreis appartengono di solito all’avifauna del Paleartico occidentale. Provengono soprattutto dal territorio del Parco o dalle aree limitrofe. Le specie che più di frequente vengono ricoverate presso questo centro di recupero sono le seguenti (non in ordine di prevalenza):

Rapaci diurni

Falco pecchiaiolo (Pernis apivorus) – Honey-Buzzard
Nibbio Bruno (Milvus milvus) – Red Kite
Sparviere (Accipiter nisus) – Eurasian Sparrowhawk
Astore (Accipiter gentilis) – Northern Goshawk
Poiana (Buteo buteo) – Eurasian Buzzard
Aquila reale (Aquila chrysaetos) – Golden eagle
Gheppio (Falco tinnunculus) – Common Kestrel
Falco cuculo (Falco vespertinus) – Red-footed Falcon
Lodolaio (Falco subbuteo) – Eurasian Hobby
Falco pellegrino (Falco peregrinus) – Peregrine Falcon
Albanella sp. (Circus sp.) – Harrier

Rapaci notturni

Barbagianni (Tyto alba) Barn Owl
Assiolo (Otus scops) Scops Owl
Gufo Reale (Bubo bubo) Eagle Owl
Civetta (Athene noctua) Little Owl
Allocco (Strix aluco) – Tawny Owl
Gufo comune (Asio otus) Long-eared Owl
Gufo di Palude (Asio flammeus) Short-eared Owl

 

Visualizza schede dei rapaci ricoverati

 

Cause di ricovero

Cause di ricovero

 

Il tipo di patologie osservate nei rapaci è diversa a seconda del tipo di struttura nella quale il veterinario opera (ambulatorio veterinario privato o centro di recupero rapaci)

Molto spesso infatti gli animali che vengono portati in un ambulatorio veterinario privato sono rapaci da falconeria ed uno dei distretti anatomici maggiormente interessati da patologie in questo gruppo di animali sono le zampe.
Al contrario il problema principale dei rapaci selvatici recapitati presso un centro di recupero riguarda le ali.

In un campione di 413 rapaci del Genere Falco e di 767 rapaci diurni appartenenti agli altri Generi presenti in Italia, esaminati in diversi centri di recupero italiani nel triennio ‘92-’94, le patologie alari rappresentavano rispettivamente il 70% ed il 66% delle cause di ricovero.