Parchi faunistici

Parco Faunistico Pianpinedo a Cimolais (PN)

Un Parco Faunistico può essere definito come una struttura che si prefigge l’obiettivo di conservare una risorsa naturale, come un gruppo di animali a rischio di estinzione, e di effettuare ricerche scientifiche. A queste due attività vengono associate di solito iniziative di educazione ambientale per bambini in età scolare e adulti.

Pian PinedoIl Parco Faunistico Pianpinedo è una struttura del Comune di Cimolais, il cui accesso al pubblico è gestito dal Parco Naturale Dolomiti Friulane, che si pone proprio questo obiettivo: valorizzare ed amplificare la nostra percezione della natura. È ubicato in località “Piana di Pinedo”, tra i Comuni di Cimolais e Claut e ai confini del Parco Naturale Dolomiti Friulane e ricopre un’area completamente recintata di 35 ettari.

Realizzato con la finalità di salvaguardare il mantenimento e l’incolumità di ogni specie animale, assicurandone una vita il più possibile vicina alla condizione selvatica sia in termini di socializzazione che di spazi, il Parco Faunistico Pianpinedo si propone come occasione unica per entrare in contatto diretto con la natura e vuole trasmettere, a grandi e piccoli, l’importanza del rispetto degli animali e del loro ambiente naturale. Il Parco Faunistico Pianpinedo rappresenta inoltre uno splendido esempio di biodiversità, in quanto proprio in quest’area si ripropone in modo del tutto naturale il microclima delle alte vette dolomitiche e risulta a tutti gli effetti un compendio del territorio del Parco Naturale Dolomiti Friulane.

Gli animali ospitati sono i Cervi, i Caprioli, una colonia di Stambecchi e dei Camosci.

È in fase di realizzazione un recinto per le Marmotte e un rettilario.

All’interno del Parco Faunistico Pianpinedo si possono osservare anche diversi esemplari di avifauna locale.

I visitatori vengono accolti nel Centro visite Pianpinedo che ha l’obiettivo di valorizzare i “sensi della natura”: si ha così l’impressione di camminare all’interno di un bosco o di una grotta virtuali, nei quali i suoni e gli odori vengono amplificati al fine di renderli più percepibili.

La struttura è arricchita da un vero e proprio Cason dei Boscaioli che riproduce fedelmente la realtà abitativa dei lavoratori del bosco del secolo scorso.

È inoltre visibile una calcinaia completamente recuperata.

 

 

CHIUSURA INVERNALE

IL RECINTO FAUNISTICO E IL CENTRO VISITE PIANPINEDO
PER IL PERIODO INVERNALE SONO ACCESSIBILI SOLO SU PRENOTAZIONE PER GRUPPI
Tel: +39 042787333

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Area Faunistica “Parulana” in comune di Forni di Sopra – UD- Dolomiti Friulane

L’area faunistica Parulana non è un giardino zoologico, del quale non ha le finalità, ma una parentesi di habitat in cui osservare gli animali diviene possibile per tutti. Nell’ambito della progettazione, è stato considerato pertanto che alla offerta materiale di animali e ambienti, si accompagni anche un’offerta didattica, che spinga a capire le specie e il loro ruolo nell’ecosistema, ma che spinga anche al rispetto per la fauna e alla consapevolezza che solo attraverso un comportamento idoneo, silenzioso e rispettoso, l’incontro tra uomo e animale diviene possibile e memorabile. Volendo educare alla natura, anche nei nostri recinti l’osservazione degli animali non è scontata, può richiedere tempo e pazienza. Si è voluto che anche nei recinti, l’animale avesse un habitat naturale che gli conservasse la libertà di non mostrarsi; una libertà che dovrebbe insegnare all’utente che l’animale non è una merce in esposizione, ma un regalo della natura. (Dr. Antonio Borgo, espoerto faunista).

La struttura è stata progettata con due finalità principali. La prima è quella di far osservare al visitatore alcune specie faunistiche che, in natura, sono presenti con un numero esiguo di esemplari o che hanno abitudini di vita, spesso notturne, che non sempre si conciliano con gli orari preferiti dalla gran parte degli escursionisti. La seconda è quella di avviare dei progetti di studio di specie a rischio, anche per la reintroduzione in natura di esemplari nati in cattività.

AREA FAUNISTICA PARULANAA questo scopo i recinti che ospitano gli animali hanno dimensioni adeguate a garantire agli “ospiti” un alto grado di naturalità e la possibilità di isolarsi in aree non raggiunte da fonti di disturbo. Il visitatore quindi dovrà impegnarsi nella ricerca degli animali (meglio quindi munirsi di un binocolo), sapendo però che sarà certamente gratificato dalla possibilità di osservare un animale in un ambiente naturale e dal fatto che potrà portarsi a casa, oltre ad immagini impresse nella mente, anche delle bellissime fotografie.

Lungo i percorsi pedonali che corrono paralleli ai vari recinti sono posizionate delle bacheche dove vengono illustrate la biologia dei vari animali, le loro abitudini ed alcune curiosità che li riguardano. Naturalmente è possibile chiedere di essere accompagnati nella visita da personale preparato sia per guidare bambini e ragazzi in età scolare sia per fornire maggiori informazioni a persone adulte che volessero approfondire le loro conoscenze.

L’area faunistica “Parulana” si sviluppa oggi su una superficie di 5 ettari, dove trovano collocazione i recinti degli animali: circa 0,5 ettari per le volpi, circa 2 ettari per i cervi, circa 1 ettaro per la lince oltre ad una voliera per i gufi reali.

Tutti i recinti sono attraversati da un ruscello naturale che garantisce l’acqua fresca corrente a tutti gli animali. Particolarità di questo ruscello sono la portata costante durante tutto l’arco dell’anno e la purezza dell’acqua certificata dalla presenza del gambero di fiume (da qui il nome “Riù dai Giambars”).

Attualmente la struttura ospita i seguenti animali:

– 4 CERVI NOBILI (due maschi e due femmine)

– 2 GUFI REALI (un maschio e una femmina)

– 3 VOLPI ROSSE

– 1 LINCE

Per approfondimenti visita il sito www.fun.fornidisopra.org

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

 

 

Centro Recupero Rapaci di Andreis

Visita la sezione