Centro visite di Tramonti di Sopra (PN)

Centro visite di Tramonti di Sopra (PN)

Orario di apertura

GENNAIO 2024

Lunedì 1 Gennaio 14.00-17.00

Sabato 6 Gennaio 14.00-17.00

Domenica 7 Gennaio 14.00-17.00

MARZO 2024

Tutti i Sabati e le Domeniche di Marzo 9.30-12.30 / 13.00-16.00

Domenica 31 Marzo 14.00-17.00

APRILE  2024

Lunedì 1 Aprile 9.00-17.00

Tutti i Sabato 9.30-12.30 / 13.00-16.00

Tutte le Domeniche 9.00-17.00

Da Giovedì 25 a Domenica 28 Aprile 9.00-17.00

MAGGIO 2024

Mercoledì 1 Maggio 9.00-17:00

Giovedì 2 e Venerdì 3 Maggio 14.00-17.00

Sabato 4 e Domenica 5 Maggio 9.00-17:00

Domenica 12 Maggio 14.00-17.00

Sabato 18 Maggio 9.30-12.30 / 13.00-16.30

Domenica 19 Maggio 9.00-17:00

Sabato 25 Maggio 9.30-12.30 / 13.00-16.30

Domenica 26 Maggio 9.00-12.00 / 13.00-18.30

GIUGNO – LUGLIO 2024

Tutti i Sabati e le Domeniche di Giugno e Luglio 9.30-18.30

Da Lunedì 22 a Venerdì 26 Luglio 15.30-18.30

Da Lunedì 29 a Mercoledì 31 Luglio 15.30-18.30

AGOSTO 2024

Da Giovedì 1 a Sabato 31 Agosto TUTTI I GIORNI

Dal Martedì alla Domenica 8.30-18.30

I Lunedì 15.30-18.30

SETTEMBRE 2024

Domenica 1 Settembre 8.30-18.30

Domenica 8 Settembre 9.30-18.30

Tutti i Sabati e le Domeniche 9.30-12.30 / 13.00-16.00

OTTOBRE 2024

Tutti i Sabati e le Domeniche 9.30-12.30 / 13.00-16.00

NOVEMBRE 2024

Venerdì 1, Sabato 2 e Domenica 3 9.30-12.30 / 13.00-16.00

Sabato 9 e Domenica 10 9.30-13.30 / 14.00-18.00

Sabato 16 e Domenica 17 9.30-12.30 / 13.00-16.00

Sabato 23 e Domenica 24 9.30-12.30 / 13.00-16.00

Sabato 30 9.30-12.30 / 13.00-16.00

DICEMBRE 2024

Domenica 1 9.30-12.30 / 13.00-16.00

Tutti i Sabati 9.30-12.30 / 13.00-16.00

Tutte le Domeniche 9.00-17.00 (tranne Domenica 1)

Giovedì 26 Dicembre 9.00-17.00

Il Centro visite

MOSTRA “ACQUA: NATURA, PATRIMONIO, ENERGIA”

Inaugurato nel 2008 il Centro visite di Tramonti di Sopra ospita un’innovativa esposizione intitolata “Acqua: natura, patrimonio, energia“, realizzata per divulgare i valori di questo bene naturale nei diversi ambiti della vita sulla terra fino allo sfruttamento energetico.

La mostra è stata strutturata principalmente a livello didattico, adattandola al mondo della scuola. Ma non mancano occasioni di divertimento anche per i grandi che possono scoprire, insieme ai ragazzi, gli argomenti e i giochi che il Centro visite offre.

Il percorso si sviluppa su due diverse aree: nella prima saletta, oltre al plastico che mostra il sistema dei laghi della Val Tramontina, troviamo alcuni dettagli storici raccontati con ausilio di foto d’epoca che ci illustrano come veniva sfruttata l’acqua nel passato. Un meccanismo a parete ci mostra come funziona una centrale idroelettrica e ci fa conoscere la sua importanza per la produzione di energia elettrica utilizzando il movimento di masse d’acqua. E’ possibile azionare manualmente il pannello semplificato per avere una dimostrazione pratica del funzionamento di una turbina.
È divertente scoprire le curiosità su consumi, usi e sprechi dell’acqua, capire qual è la distribuzione della risorsa idrica nel mondo e come viene usata nelle diverse regioni del globo.

Un indicatore luminoso si accenderà, ad esempio, per mostrare quanta acqua viene consumata per lavarsi i denti lasciando scorrere l’acqua e quanta se ne risparmierebbe invece lavandoseli chiudendo il rubinetto. Un’intera parete è dedicata agli esperimenti. Ampi cassetti contengono tutto il materiale necessario a realizzare gli esperimenti descritti, utili a capire alcuni fenomeni chimici.
Si imparano così concetti astratti come: principio di Pascal, principio di Archimede, tensione superficiale, capillarità, solubilità.
Nella seconda saletta è possibile assistere alla proiezione del video “Percorsi d’acqua – dalla montagna al mare – dalla sorgente alla foce” in un ambiente allestito con veri sassi di torrente. Ed è possibile scoprire quanta acqua portiamo in corpo salendo su una speciale bilancia e controllando quante bottiglie d’acqua si riempiono virtualmente davanti a noi. Infine un plastico a parete mostra il ciclo dell’acqua e il corso del fiume, soffermandosi sulle definizioni specifiche di questo particolare ambiente montano.

Info e contatti
Un esperimento
STUZZICADENTI ALLA DERIVA

proprietà fisica: tensione superficiale
materiali: piatto fondo, acqua, stuzzicadenti, detersivo per piatti
procedimento: riempire il piatto a metà con acqua.
Posizionare gli stuzzicadenti sulla superficie dell’acqua in modo che siano appaiati molto vicini. Bagnare la punta di un terzo stuzzicadenti nel detersivo per piatti e inserirla fra due stuzzicadenti che galleggiano. conclusioni: i due stuzzicadenti si allontanano rapidamente.
Il detersivo rompe, nel punto di contatto, le forze di attrazione fra le molecole d’acqua che allontanandosi trascinano gli stuzzicadenti.

Una curiosità

Qual è il fabbisogno umano di acqua?

Il fabbisogno minimo per la sopravvivenza dell’uomo è di 2 litri d’acqua nelle 24 ore. Senza cibo si può vivere un mese. Senz’acqua non si supera una settimana. Per poter parlare di condizioni accettabili di vita occorrono non meno di 50 litri d’acqua al giorno per ogni essere umano.